Galloway: a settembre partirà per Gaza un grande convoglio via mare e via terra.

Londra – agenzie. Parlando a una folla di circa 20.000 manifestanti fuori dall'ambasciata israeliana a Londra, il fondatore di Viva Palestina George Galloway ha rivelato il suo recente progetto per infrangere l'embargo di Gaza.

Due convogli – uno via terra e l'altro via mare – si metteranno in viaggio simultaneamente domenica 12 settembre alla volta della città assediata. L'organizzazione sarà affidata a Viva Palestina, al Comitato internazionale per la fine dell'assedio di Gaza e a qualsiasi alleato deciderà di unirsi alle due associazioni.

Il convoglio di terra partirà da Londra e attraverserà l'Europa fino ad arrivare in Turchia, Siria e infine a Gaza tramite il passaggio di Rafah. Con tutte le agenzie e i governi coinvolti verrà offerta e cercata la collaborazione. È previsto che la spedizione raccolga veicoli e volontari in ognuno dei paesi lungo il suo cammino. L'obiettivo è quello di arrivare a Gaza con 500 veicoli.

Il convoglio di mare batterà le coste del Mediterraneo raccogliendo navi, carichi e volontari da ogni nazione. L'obiettivo è entrare nel porto di Gaza con 60 navi.

Lo scopo finale sarà quello di arrivare alle frontiere di Gaza contemporaneamente. E di entrare con il più grande convoglio umanitario di tutti i tempi. E di rendere quindi l'assedio nullo e privo di senso.

Per rimanere in contatto se avete bisogno di altre informazioni, e per iscrivervi alla mailing list di Viva Palestina – http://vivapalestina.org/alert.htm

Per visitare il sito ufficiale di George Galloway: http://www.georgegalloway.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.