Gaza: sequestrati attrezzi da pesca dalla marina egiziana.

Gaza. La marina egiziana ha confiscato le attrezzature da pesca ad alcuni pescatori palestinesi, sostenendo che questi avevano sconfinato in acque territoriali egiziane.

 

Dal canto loro, i pescatori dichiarano di essere stati violentemente attaccati dalle navi egiziane.

 

Uno di loro, Mohammad Hamdan, ha stimato che gli attrezzi sottrattigli ammontano a un valore totale di quasi 8.000 €.

 

Mohammad era intento a pescare con i suoi due fratelli quando sono arrivati gli uomini della marina. È la terza volta che questi ultimi sequestrano i suoi strumenti, e simili attacchi sono stati condotti contro diversi altri pescatori nell'arco degli ultimi quattro mesi.

 

Circa 350 palestinesi lavorano ogni giorno lungo le coste della Striscia di Gaza, e molti di loro vengono ripetutamente assaliti o arrestati dalle navi militari egiziane, o bombardati dalla marina israeliana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.