Gerusalemme, forze di occupazione e coloni israeliani attaccano fedeli a al-Aqsa. 19 palestinesi feriti.

Gerusalemme – Infopal. Ieri, le forze di occupazione israeliane hanno aperto il fuoco contro i fedeli musulmani che si erano radunati nel piazzale della moschea di al-Aqsa nel tentativo di impedire a una banda di fanatici ebrei una visita nella Spianata delle moschee.

Testimoni oculari hanno riferito che ieri mattina, uno spiegamento di poliziotti e di forze speciali israeliane ha fatto irruzione nel piazzale della moschea al-Aqsa aprendo il fuoco e lanciando gas lacrimogeni contro i fedeli musulmani, e proteggendo l'orda di coloni, circa 150, che stava invadendo la Spianata.

Centinaia di gerosolimitani e di palestinesi dei territori del 1948 si sono radunati intorno alla moschea. 

19 palestinesi sono rimasti feriti dai proiettili sparati dalla polizia, mentre il presidente del Consiglio per i Beni islamici, sheikh Abdul Athim Salhab, è stato bastonato mentre cercava di entrare nella moschea.

Fonti mediche hanno riferito che tra i feriti ci sono due cittadini in gravi condizioni, colpiti alla testa e all'occhio da pallottole di acciaio ricoperte da gomma.

Le autorità di occupazione hanno impedito ai soccorritori di raggiungere i feriti per almeno un'ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.