Gerusalemme: giovani palestinesi feriti a Silwan dalle forze di occupazione

Gerusalemme (al-Quds) – Pal.info. Ieri, venerdì 6 maggio, sono stati  segnalati violenti scontri tra i civili e i soldati israeliani, avvenuti nei sobborghi di Silwan, nella Gerusalemme occupata.

Fonti locali hanno riferito che gli scontri sono stati particolarmente violenti nella periferia di Batn al-Hawa, dove è situato un blocco militare israeliano, aggiungendo anche che 15 giovani palestinesi sono stati feriti da proiettili rivestiti di gomma (e dal cuore di acciaio, ndr).

Hanno poi riferito che una casa palestinese ha preso fuoco a causa dell'abbondante uso di bombe lacrimogene, mentre tutti i membri della famiglia sono stati soccorsi per problemi respiratori.

Gli scontri sono iniziati dopo la preghiera comunitaria del venerdì, quando i giovani hanno bruciato dei pneumatici e chiuso le strade.

Precedentemente, giovedì notte, scontri simili sono stati segnalati nel campo profughi di Shufat, nella zona di Gerusalemme occupata, dopo che le forze di occupazione avevano chiuso il posto di blocco nel centro della città.

La popolazione locale ha riferito che le forze israeliane hanno sparato candelotti di gas lacrimogeno e bombe sonore contro i giovani del campo profughi che stavano protestando contro l'operazione israeliana. I giovani uomini hanno bloccato la strada principale che porta al campo utilizzando pietre e pneumatici bruciati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.