Gli occupanti israeliani vietano la preghiera nella moschea di Ibrahim

Al-Khalil (Hebron) – Palestine-info. Per oggi e domani (31 marzo e 1 aprile), col pretesto della Pasqua ebraica, le autorità d'occupazione israeliane hanno stabilito la chiusura della moschea di Ibrahim (Abramo).

Pertanto, fino all'alba di venerdì, è interdetto ai fedeli musulmani lo svolgimento delle preghiere nella moschea, ma i suoi spazi, comprese le sale di preghiera dei musulmani, verranno invece aperti agli usurpatori sionisti per far festeggiare la loro Pasqua.

Questi estremisti hanno elevato vari appelli affinché, nei prossimi due giorni, in molti si rechino nella moschea di Ibrahim per svolgere questi festeggiamenti, seguendo i riti talmudici.

Nella città vecchia di al-Khalil (Hebron), nei pressi della moschea e lungo le strade che conducono alle 'colonie' che circondano la città, si sono dislocati considerevoli contingenti di militari e di guardie di frontiera sionisti, in maniera da permettere ai 'coloni' di svolgere i loro cortei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.