Haniyah: ‘Gli accordi di Mecca sono stati siglati per essere rispettati da tutti’. ‘Gli Usa e la UE accettino la volontà del popolo palestinese’.

Il presidente palestinese Ismail Haniyah ha affermato che tutti i palestinesi hanno guadagnato dall’accordo di Mecca- sia Hamas sia Fatah, e non uno solo dei due. E ha sottolineato che l’accordo è stato conseguito con la volontà di tutti i palestinesi e che tutti devono rispettarlo.  
In un discorso rivolto al popolo palestinese e trasmesso in tv, ieri sera, il premier Haniyah ha dichiarato che gli accordi di Mecca sono molto importanti perché segnano la fine delle lotte inter-palestinesi.
Ha poi ringraziato il regno saudita per aver sostenuto lo "storico" dialogo inter-palestinese, e tutti i paesi arabi – in special modo l’Egitto, il Qatar, la Giordania, il segretario generale della Conferenza islamica, il Sudan e lo Yemen – per aver sostenuto il popolo palestinese.

Haniyah ha chiarito che l’accordo di Mecca ha messo le basi per: 1- porre fine alle lotte intestine palestinesi; 2 -la formazione di un governo di coalizione; 3 – ristrutturazione dell’Olp -Organizzazione per la Liberazione della Palestina; 4 – attivazione di una collaborazione politica fondata sul pluralismo. 

Haniyah ha spiegato che sono stati istituiti dei Comitati che affronteranno queste tematiche. Il Comitato per la ristutturazione dell’Olp si riunirà a fine febbraio a Damasco.
Si è poi rivolto agli Usa, all’Unione Europea, ai paesi arabi affinché accettino e rispettino gli accordi di Mecca in quanto frutto della volontà e delle scelte del popolo palestinese, e perché tolgano l’assedio che ha già causato grandi sofferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.