Il Governo pelestinese e Il Consiglio Legislativo condannano il sequestro di Al-Duwaik

Dal nostro corrispondente.

 Il primo ministro Ismail Haniyah ha condannato il sequestro del dott. Aziz Al-Duwaik, presidente del Consiglio Legislativo palestinese, dalla sua casa nella città di Al-Bireh in Cisgiordania. Il sequestro è stato compiuto dalle forze di occupazione dopo che domenica mattina avevano circondato l’edificio.

In una dichiarazione alla stampa, Haniyah ha definito l’operazione un atto di “pirateria israeliana”, e ha chiesto a tutti i parlamentari arabi e amici di muoversi per la liberazione di Al-Duwaik, dei membri del Consiglio e dei ministri sequestrati nelle scorse settimane da Israele.

Testimoni oculari nel quartiere di Al-Masaif, a nord di Al-Bireh, hanno riferito che importanti forze dell’esercito di occupazione, coperti da una dozzina di mezzi corazzati militari,all’alba hanno circondato la casa del dott. Al-Duwaik e hanno iniziato a chiamarlo con gli altoparlanti ingiungendogli di consegnarsi. Lo hanno arrestato mentre usciva da casa con calma.

L’operazione di sequestro di Al-Duwaik si è compiuta dopo altri quattro tentativi falliti e dopo il sequestro di 29 deputati del Consiglio Legislativo palestinese e di  8 ministri dell’Autorità.

Il dott. Ahmad Bahar, il primo vice presidente del Consiglio Legislativo, ha confermato che le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato il dott. Al-Duwaik per paralizzare il Consiglio legislativo e farlo decadere.

Bahar, in una dichiarazione stampa, ha reso responsabile il governo israeliano delle conseguenze di questo sequestro “incivile”, considerandolo un atto contrario a tutte le regole e le leggi internazionali, i diritti umani e l’immunità diplomatica.

Ha chiarito inoltre che il Consiglio Legislativo inviterà tutti i parlamenti arabi, islamici ed europei per informarli dell’operazione del sequestro del dott. Al-Duwaik, ribadendo che questa prassi non è una novità per un esercito di occupazione che uccide bambini, donne e uomini e sta conducendo una guerra feroce contro i  popoli palestinese libanese.

Bahar ha detto al dott. Al-Duwaik, nella sua funzione, rappresenta tutto il popolo palestinese.

La moglie di Al-Duwaik ha riferito che i soldati israeliani  hanno invaso la casa e l’hanno perquisita, e prima di ritirarsi  hanno portato via anche il computer e altri importanti documenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.