Il video del massacro di Imad Ghanem, giornalista gambizzato da Israele.

Lunedì 9 luglio

Ripubblichiamo oggi il video del massacro del giovane giornalista di Al-Aqsa Tv, che ieri è stato tolto da YouTube. Il link è quello di Repubblica.it.

……………..

Sabato 7 luglio

E’ stato colpito mentre svolgeva con onestà il suo lavoro, come altri colleghi che scelgono di riprendere, di persona, conflitti, ingiustizie, massacri senza rimanere a sorseggiare caffé nelle terrazze dei mega-hotel. Sono inviati di "guerra", testimoni delle violenze di stati-canaglia (quelli veri) che esportano morte e distruzione in tutto il mondo per depredare risorse naturali, terre e patrie altrui.
Sono i giornalisti, i fotografi, i cameramen che registrano fedelmente la ferocia di eserciti-killer, bande di criminali che sparano a uomini, donne, bambini, vecchi inermi, e che per questo rischiano la vita. Come il collega Imad Ghanem, di Al-Aqsa Tv, gambizzato
dalla ferocia inaudita di militari israeliani simil-robot di morte, e poi ancora crivellato di colpi, mentre era già a terra, con gli arti spappolati.

Il collega è gravissimo.

Come si può ancora tollerare una barbarie simile e giustificarla con le parole o con il silenzio? Dove sono le associazioni giornalistiche occidentali? Perché non protestano?

Se questi sono uomini…:

http://tv.repubblica.it/multimedia/home/791996

e nello spazio video, in homepage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.