Israele: ‘Al governo di unità palestinese, risponderemo con l’espansione coloniale’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Al governo di unità nazionale in via di formazione in queste settimane tra Fatah e Hamas, Israele potrebbe rispondere con un inasprimento della politica di espansione coloniale sulla terra palestinese.

In tal senso si è espresso Yisrael Katz, ministro dei Trasporti israeliano.
Alla radio israeliana Katz ha detto: “Se L'Autorità palestinese (Anp) è determinata a unirsi ad Hamas, rompendo i passati accordi con Israele, allora noi guarderemo solo ai nostri interessi in Giudea e Samaria (Cisgiordania), aumentando la nostra presenza e facendo di tutto per mantenerla, difendendola”.

In coerenza con il proprio incarico, Katz ha anche suggerito di lavorare alla libertà di circolazione dei coloni in Cisgiordania, velocizzando, ad esempio, il progetto ferroviario di collegamento tra l'imponente insediamento di Ariel e le altre colonie nel nord della Cisgiordania.

Anche dall'ufficio del premier israeliano, Benjiamin Netanyahu, sono state rilasciate dichiarazioni sul processo di riconciliazione palestinese, con l'ultimo atto di adesione formale da parte di Hamas e del Jihad Islamico all'Organizzazione per la Liberazione della Palestina.

“L'Anp ha preso così le distanze dalla pace”, è stato commentato.

Netanyahu avrebbe chiamato in causa la comunità internazionale, chiedendo di intervenire a garanzia del riconoscimento dello Stato di Israele da parte di Hamas, e per l'adesione ai principi del Quartetto per la pace in Medio Oriente da parte dello stesso Movimento di resistenza islamica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.