Israele: ‘Aumentati i rifornimenti: Flotilla provocatoria’

An-Nasira (Nazareth) – Infopal. Il governo israeliano aumenta costantemente il rifornimento alla Striscia di Gaza assediata di materiali per l'edilizia, di medicinali e di alimentari, stando alle parole pronunciate oggi da Moshe Levi, direttore dell'ufficio di coordinamento del valico di Eretz, al confine tra la Striscia e Israele.

Alla luce di questo – prosegue Levi – non esiste alcun bisogno “di far salpare una flotta internazionale diretta verso la Striscia, per cui si tratta di un gesto provocatorio e sovversivo”. Se il governo vieta l'entrata di alcune merci, esso si limita a quelle che “potrebbero essere usate per scopi distruttivi”.

Il responsabile della sicurezza di Eretz ha poi ricordato che le autorità israeliane, durante l'anno in corso, hanno permesso a quasi 6.000 malati di essere trasferiti da Gaza ad Israele per ricevere le cure necessarie, così come hanno dato il nullaosta all'arrivo dei materiali edili richiesti dagli operatori dell'Unrwa a Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.