Israele minaccia un’altra aggressione a Gaza.

Press Tv. Il vice primo ministro israeliano avverte che Tel Aviv potrebbe presto lanciare una vasta campagna militare contro i palestinesi della Striscia di Gaza.

Silvan Shalom ha svolto queste osservazioni dopo una serie di attacchi aerei israeliani che hanno provocato anche il ferimento di tre bambini, di due, quattro e undici anni.

Il vice primo ministro israeliano ha dunque dichiarato che una nuova offensiva sarà sferrata presto, aggiungendo che l'attacco costituirà una risposta ai razzi che provengono da Gaza. Un razzo è caduto infatti giovedì 1° aprile su Ashqelon, causando qualche danno, ma non feriti. Ma Hamas non ne ha rivendicato il lancio.

Israele ha replicato con sei raid aerei notturni.

Esso ritiene Hamas responsabile per questi attacchi sporadici, ma senza effetti, condotti con razzi di produzione locale che non sono neppure dotati di testate esplosive.

Gli attacchi con questi razzetti da parte di gruppi palestinesi giungono dopo lo scontro con Israele sulla ricostruzione della “Sinagoga delle rovine”, nella zona orientale di al-Quds.

Questa nuova mossa israeliana ha provocato varie dimostrazioni nei Paesi musulmani.

Il capo dell'Ufficio politico di Hamas, Khaled Mashaal, al telefono con il ministro degli Esteri russo Sergeij Lavrov, ha detto che la Resistenza palestinese “non ha interesse a far salire la tensione”.

Si ricorda che alla fine del 2008 Israele ha sferrato un'offensiva militare su larga scala contro la Striscia di Gaza, uccidendo circa 1.400 palestinesi, per lo più civili, cosicché alcuni ufficiali israeliani sono ora accusati di “crimini di guerra” per il massacro indiscriminato da essi compiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.