La Campagna internazionale contro l’assedio di Gaza: blackout energetico mette a rischio settori basiliari.

Gaza. La Campagna internazionale contro l’embargo a Gaza mette in guardia sui rischi derivanti dai prolungati blackout che si verificano nella Striscia di Gaza a causa della penuria di carburante necessario per far funzionare la centrale elettrica.

In un comunicato emesso domenica si dice infatti che la centrale produce meno della metà del suo potenziale.

I continui blackout possono danneggiare seriamente alcuni settori basilari della vita nella Striscia, quali gli ospedali, gli acquedotti ecc.

I rappresentanti della Campagna chiedono così alla “comunità internazionale” di assumersi le responsabilità, facendo pressioni su Israele affinché permetta l’ingresso di sufficiente carburante per far funzionare bene la centrale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.