L’aviazione israeliana lancia 150 raid contro il sud del Libano. Una nuova carneficina: 40 morti.

Da www.maannews.net e www.aljazeera.net

Questo pomeriggio, l’aviazione israeliana ha eseguito oltre 150 raid contro il sud del Libano, mentre l’artiglieria ha lanciato centinaia di bombe, uccidendo 40 civili libanesi e ferendone altri 20: 33 corpi completamente bruciati – i resti dei lavoratori (libanesi, curdi, e 17 siriani, tra cui 5 donne) di una piccola azienda agricola nella zona più fertile nel valle della Beqa’a (vicino al confine con la Siria, e a 230 km da quello con Israele).

Foto: http://www.intiqad.com/view.php?id=9336

Il bombardamento israeliano di una casa nel villaggio di frontiera di Taibeh, nel sud del Libano, ha ucciso 7 civili e ne ha feriti 10.

Hezbollah ha annunciato che i suoi combattenti hanno ucciso 6 soldati israeliani e distrutto 3 tank militari Merkava nel sud del Libano.

Contemporaneamente, un attacco di missili Katyusha contro il nord di Israele ha ucciso una donna palestinese di 27 anni, cittadina israeliana e residente nella città Maghar.

Gli Hezbollah hanno anche lanciato decine di missili Katyusha contro le città del nord di Israele. 7 israeliani sono stati feriti, di cui 5 gravemente.

Un’altra donna di Hurfeish ha riportato gravi ferite. 2 razzi Hezbollah rockets hanno colpito 80 km dentro i territori israeliani.

L’esercito israeliano ha annunciato la morte di due soldati e ha rivendicato quella di 10 combattenti di Hezbollah in Libano.

I soldati israeliani sono stati uccisi in duri scontri con gli Hezbollah che hanno fatto esplodere granate sulle strade mentre le forze di artiglieria israeliane avanzavano, hanno lanciato missili anti-carro e usato mitragliatrici.

La resistenza dei combattenti Hezbollah è stata coinvolta in battaglie contro le forze israeliane che tentavano di avanzare verso il villaggio di Markaba, nel Libano orientale, e sulla collina  che domina il villaggio costiero occidentale di Naqoura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.