Le difficoltà finanziarie dell'Unrwa: Grandi sollecita i leader arabi ad intervenire

Il Cairo – Sama' News. In occasione di una riunione dei ministri degli Esteri arabi svoltasi al Cairo presso la sede della Lega Araba, Filippo Grandi, commissario dell'Unrwa, l'Agenzia dell'Onu per la creazione del lavoro ed il soccorso ai rifugiati palestinesi in Palestina e in Medio Oriente, si è rivolto ai leader arabi presenti.

Grandi ha esposto il periodo critico che l'agenzia dell'Onu sta attraversando e ha invitato i leader dei Paesi arabi a sostenerla per superare il grave deficit finanziario (oltre 80 milioni di dollari) che nel 2011 potrebbe addirittura aggravarsi.

Il commissario dell'Unrwa ha ammesso che quest'anno nella Striscia di Gaza non si è riusciti ad accogliere e a garantire i servizi scolastici a 40 mila studenti, e la situazione non è delle migliori nei Paesi in cui i profughi palestinesi risiedono da decenni: Siria, Giordania, Libano, oltre a Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme est.

Nonostante alcuni miglioramenti apportati nei servizi rivolti ai profughi palestinesi, sono in molti ancora a restare isolati, privi di garanzie sostanziali. Questo ha un impatto negativo sullo stato psicologico della collettività dei rifugiati.

A paralizzare l'erogazione dei servizi in Cisgiordania e a Gerusalemme est (sono settantamila i profughi in città), sono i limiti e le restrizioni alla libertà di movimento.

Grandi ha ripercorso gli ultimi sviluppi sullo status dei profughi in Libano, ringraziando il parlamento libanese per gli allentamenti operati nei loro confronti, a garanzia di un accesso a servizi finora loro preclusi, ma sollecita tutti a fare ulteriori sforzi.

In conclusione ha ricordato come la creazione del lavoro – uno degli scopi della sua Agenzia – debba essere assunta come un'ambizione d'interesse generale in tutta l'area mediorientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.