Le forze di invasione israeliane si ritirano dal campo di al-Bureij: è strage di civili.

Gaza – Infopal

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane si sono ritirate dal campo profughi al-Bureij, al centro della Striscia di Gaza, dopo l’invasione di ieri mattina. Si sono lasciati dietro 9 morti, tra cui 5 ragazzi, 2 bambini e 2 resistenti delle brigate al-Qassam, e 28 feriti.

La notte scorsa, un aereo da combattimento israeliano ha bombardato con due missili una postazione delle brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, nel campo profughi al-Bureij uccidendo il cittadino Munther Abu Huweshel e ferendone altri due.

Qualche ora prima, l’artiglieria di Israele aveva bombardato un gruppo di civili uccidendo quattro ragazzi e un bambino: Jihad Abu Zubaida, di 19 anni, Shihab Abu Zubaida, 18, Yusef al-Maghari, 18, Abdurrazaq Atiyyah Nofal, e Ibrahim Sarhan, 13.
Sempre ieri sera, è deceduto Riyad al-Esawi, 12 anni, a seguito delle ferite riportate ieri mattina.

Forze speciali israeliane, all’alba di ieri, avevano invaso la zona di Wadi Gaza e avevano occupato diverse abitazioni, trasformandole in postazioni da combattimento contro la popolazione.

Testimoni hanno riferito che le forze di occupazione hanno demolito parte dei muri delle case occupate per poter bersagliare i cittadini palestinesi e hanno bombardato le case dei fratelli Abu Said demolendole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.