Ministro israeliano minaccia di tagliare rifornimento idrico alla Cisgiordania.

Cisgiordania. Il ministro delle Infrastrutture israeliano Uzi Landau ha minacciato di tagliare i rifornimenti d'acqua nel caso i palestinesi non installino degli impianti di depurazione idrica. Landau trascura tuttavia il fatto che Israele non permette ai palestinesi  di costruire tali impianti.

 

Secondo le parole del ministro, “mentre Israele dà ai palestinesi acqua pulita, loro distruggono la natura”, e i palestinesi sarebbero “persone incivili”.

 

L'anno scorso, il Centro d'informazione israeliano per i diritti umani nei Territori occupati B'Tselem pubblicò uno studio in collaborazione con Unità per l'ambiente dell'Autorità israeliana sui parchi e la natura e con l'agenzia israeliana per la Protezione ambientale, con il quale rivelò che solo 81 colonie ebraiche nei Territori occupati sono collegate ad impianti di depurazione delle acque.

 

Questo problema porta all'accumularsi di 5,5 cm di liquami nelle valli e nei fiumiciattoli della Cisgiordania.

 

Tuttavia, Landau insiste sostenendo che quasi il 70% degli scarichi delle colonie viene depurato, in confronto al 5% degli scarichi dei palestinesi.

 

B’Tselem, dal canto suo, fa notare che Israele, negli insediamenti ebraici, non ha costruito alcun impianto di depurazione paragonabile alle strutture avanzate presenti in territorio israeliano.

 

Il report di B'Tselem chiede quindi a Israele di approvare tutti gli impianti di trattamento delle acque, specialmente nelle aree classificate dagli Accordi di Oslo come A e B.

 

Nella relazione si aggiunge che dietro alla fallita costruzione di due dei tre impianti di depurazione previsti in Cisgiordania vi è proprio il rifiuto da parte d'Israele di dare il permesso per lo svolgimento dei lavori. 

L'unica struttura approvata e completata finora è collocata nell'area B, ed è collegata alla colonia abusiva di Psagot, che oltretutto rifiuta di pagare per la depurazione.

(Fonti: Palestine.info, Imemc, Quds Press)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.