Mp al-Masri: "Il bombardamento israeliano contro la polizia palestinese è un salto in avanti della criminalità israeliana'.

Gaza – Infopal

Mushir al-Masri, capogruppo dei parlamentari di Hamas, ha dichiarato che i bombardamenti israeliani contro i centri della sicurezza e della polizia palestinese rappresentano "un salto in avanti della criminalità israeliana", e ha accusato l’occupazione della totale responsabilità di tali aggressioni. "L’occupazione deve rendersi conto che la resistenza palestinese non rimarrà con le mani legate".

Durante un’intervista con il corrispondente di Infopal.it, al-Masri ha criticato il proseguimento del dialogo e della collaborazione per la sicurezza tra la dirigenza palestinese a Ramallah e le forze di occupazione, considerandolo "un grande crimine".

Il parlamentare ha aggiunto: "Le invasioni, gli arresti, le uccisioni continuano mentre si svolgono le trattative e l’applicazione delle nuove norme di sicurezza. Questo è un fatto senza precedenti".

Per quanto riguarda le previsioni sull’escalation israeliana nella prossima fase, ha affermato che l’occupazione "non ha bisogno di scuse per aumentare le aggressioni contro i palestinesi a Gaza e in Cisgiordania".

Il valico e la rottura dell’assedio

E per quanto riguarda il valico di Rafah, al-Masri ha espresso la speranza che venga riaperto prima possibile, spiegando che i contatti con gli egiziani proseguono, ma ha accusato il presidente Abbas della responsabilità di ostacolarne l’apertura: "Il suo attaccamento alla presenza israeliana al passaggio di Rafah pone ostacoli".

E ha ribadito la volontà che il passaggio sia sotto sovranità palestinese e egiziana, chiedendo ai secondi di avere un ruolo positivo e di rompere l’assedio.

Alla domanda sulla visita delle delegazioni arabe alla Striscia di Gaza e il loro potere di rompere l’assedio, al-Masri la ritiene "un passo senza precedenti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.