‘Nonostante le difficoltà, la Flotilla salperà molto presto’

Atene – Ma'an. Gli organizzatori della nave americana hanno dichiarato ieri che la loro speranza è quella di “salpare al più presto in direzione di Gaza”, e che le aspettative sono di farlo nell'immediato.

Ann Wright, tra gli organizzatori, ha riferito a “Ma'an News Agency”: “Salperemo per sfidare il blocco navale su Gaza, abbiamo dieci navi e i nostri passeggeri hanno un'età compresa tra i 22 e gli 87 anni. Ci sono falegnami, pensionati, professionisti esperti di agopuntura e, insomma, tutta gente di cui lo Stato di Israele ha paura”.

Gli organizzatori hanno insistito nel chiedere che la nave venisse ispezionata, e dimostrare così che le 3mila lettere di americani destinate ai palestinesi di Gaza non sono poi un “carico pericoloso”.

Wright ha voluto leggere al reporter alcuni passaggi di una lettera: “Siate forti, non mollate nell'inseguire al libertà, a milioni vi amiamo. Con amore, Elvira“, per poi commentare: “Materiale altamente pericoloso vero?”.

Wright ha espresso la propria preoccupazione riguardo le affermazioni rilasciate da un'Ong: “Gli aiuti sulle navi esonerano Israele delle proprie responsabilità a Gaza”. Ad esse ha risposto: “La Flotilla è un atto politico e simbolico. Proprio perché Israele intende fermare il convoglio – con l'impegno annunciato dalla Marina – è necessario rimuovere l'assedio su Gaza.

“La protesta del mondo per l'omicidio dei nove attivisti turchi nel 2010 portò a un allentamento del blocco, questo è vero sebbene i vari rapporti hanno poi dimostrato come gran parte degli impegni israeliani siano rimasti disattesi.
Fino a che il blocco non sarà rimosso, la Flotilla avrà questo obiettivo: far sapere ai palestinesi di Gaza che essi sono degli amici impegnati nel seguirne il destino e lavorano a spronare sostengo internazionale”.

“Ad ora abbiamo ricevuto l'ordine di restare attraccati nel porto”, ha aggiunto Ann Wright, “ma è la speranza di tutti noi quella di salpare al più presto”. Poi, rivolgendosi al governo greco, Wright ha chiesto: “Siate determinati” e lasciateci partire. 

Report di Mya Guarnieri con il contributo di Afp

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.