NUOVI MASSACRI A GAZA: 8 cittadini uccisi a Jabaliya. 33 nella giornata di oggi. Totale: 854

da www.ansa.it 2009-01-10 18:50
Volantini d’Israele annunciano terza fase
GAZA/TEL AVIV – Velivoli dell’aviazione israeliana hanno lanciato su Gaza volantini mentre in città veniva osservata una tregua umanitaria di tre ore e la popolazione era nelle strade.

Fonti locali precisano che in quei volantini si afferma che le forze armate israeliane “stanno per entrare in una nuova fase nella lotta al terrorismo”.

Gaza – Infopal. Non si arrestano i massacri sionisti contro la Striscia di Gaza, nonostante questa mattina l’esercito israeliano abbia raggiunto, e superato, il numero di vittime annunciato dal suo governo all’alba dell’operazione criminale “Piombo fuso”: 800.

Fonti mediche, questa mattina, hanno reso noto che 8 cittadini sono stati uccisi, 7 dei quali di un’unica famiglia, gli Abed Rabbo, a seguito di attacchi dell’artigliera israeliana contro la zona est di Jabaliya, a nord della Striscia.

Testimoni oculari hanno riferito al corrispondente di Infopal che le vittime sono cadute sotto i colpi dell’artiglieria israeliana che ha preso di mira l’area orientale di Jabaliya.

I morti della famiglia Abed Rabbo sono: Randa Jamal Abed Rabu, 45 anni, suo figlio Sufyan Abed Rabu, 21, Mustafa Rebhi Hasan Abed Rabu, 17, Sami Muhammad Saleh Abed Rabu, 27, Samed Mahfuth Abed Rabu, 13, Yousri Mahmoud Abed Rabu,15, e Ramez Jamal Abed Rabu, 32.

Nella giornata di oggi sono stati massacrati 33 palestinesi, facendo salire il bilancio totale a 854 morti.

La maggior parte delle 33 vittime di oggi si trovavano nelle loro case, nel quartiere di az-Zaytun, a Gaza, e Jabaliya, nel nord della Striscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.