Nuovi scontri inter-palestinesi: 12 morti e 14 rapiti.

Nuove aggressioni tra militanti di Fatah e Hamas: questa mattina, nel nord della Striscia di Gaza membri delle due fazioni in lotta ormai da mesi si sono scontrate duramente. 

12 palestinesi sono stati uccisi e numerosi sono rimasti feriti – tra cui 2 bambini. 14 sono stati sequestrati (9 di Hamas e 5 di Fatah) in una campagna di rapimenti reciproci.

Da parte sua, Fatah ha accusato Hamas e le Forze Esecutive di aver posto l’assedio all’abitazione di Nabil Al-Jarir, membro delle Brigate Al-Aqsa, ala militare di Fatah, a Jabaliya, e di averlo ucciso.

Le Forze Esecutive sostengono che Fatah sia dietro l’esplosione che ha colpito l’auto di un loro membro, Husam Abu Mteir, ieri notte, uccidendolo e ferendo altri 5 passeggeri. Nell’esplosione sono rimasti feriti anche 2 bambini.

Questa mattina, dunque, sono scoppiati nuovi scontri tra le due fazioni palestinesi.

Oggi pomeriggio, militanti delle Brigate Al-Qassam, ala armata di Hamas, hanno rapito 3 membri di Fatah, a Jabaliya.

Un’auto appartenente alla stazione radio ‘Ad-Dawa’, affiliata a Hamas, è stata raggiunta da una scarica di proiettili e 2 persone sono rimaste ferite, di cui una, Ra’ed Subuh, è morto poco dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.