Parzialmente aperti i valichi commerciali della Striscia di Gaza

Gaza – Infopal. Oggi, 21 giugno, le autorità d'occupazione israeliane hanno reso pubblica l'apertura dei valichi commerciali della Striscia di Gaza.

Tuttavia si tratta di un'apertura parziale.

A confermare ad Infopal la notizia dell'apertura dei passaggi di Kerem Shalom e Karni è stato Ra'ed Fattouh, capo del Comitato per l'introduzione di beni e merci verso Gaza.

Si prevede il passaggio di 96 camion cargo attraverso Kerem Shalom con materiale umanitario, gas da cucina ed altre attrezzature, carburante e diesel per permettere il funzionamento della centrale elettrica di Gaza.

Il valico di Karni, invece, sarà attraversato da 122 camion carichi di grano e mangime per il bestiame.

Jamal al-Khudari, parlamentare indipendente a capo del Comitato popolare per rompere l'assedio a Gaza ha sminuito l'entusiasmo che potrebbe produrre questa notizia.

“Anzitutto, si tratta di un'operazione mediatica internazionale attuata dal governo israeliano per mantenere una situazione di embargo e controllo sulla Striscia di Gaza. Lo dimostra il fatto che questi valichi non hanno la capacità  di accogliere il numero di camion reso pubblico.

Il valico di Kerem Shalom, ad esempio, non può superare i 120 camion al giorno”.

Proponendo una presenza europea, al-Khudari suggerisce l'apertura della frontiera che collega, attraversando Israele, la Striscia di Gaza alla Cisgiordania, soprattutto per i materiali di costruzione come il cemento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.