Portavoce di Hamas: ‘Mio fratello è stato torturato a morte in Egitto’

Gaza – Speciale InfoPal. Sami Abu Zuhri, portavoce di Hamas, ha denunciato alla stampa la morte del fratello Yusef, deceduto in una prigione egiziana dopo essere stato sottoposto a scosse elettriche. 

In un comunicato stampa, Abu Zuhri ha spiegato quanto accaduto e ha accusato i dirigenti della sicurezza nazionale egiziana di essere i diretti responsabili. 

Egli ha chiesto alla parte egiziana di poter visionare la documentazione relativa al caso del fratello e, denunciando la politica degli ufficiali esecutivi sotto il regime di Mubarak, ha chiesto alle autorità egiziane che attualmente controllano il Paese, di fare chiarezza sugli episodi criminali per mezzo dei quali, similmente a quanto inferto al fratello Yusef, hanno portato alla morte di numerosi connazionali. 

In una conferenza del Movimento di resistenza islamica, inoltre, è stata chiesta la liberazione delle decine di palestinesi ancora detenuti in Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.