Shaykh Salah rilasciato su cauzione

Londra – Pic. Raed Salah, leader del Movimento Islamico in Israele, è stato rilasciato dalla prigione inglese di Bedford, previo pagamento della cauzione stabilita dalla Corte di Gustizia Suprema.

Salah è stato incarcerato in Inghilterra per tre settimane a seguito della richiesta di  espulsione per le accuse di “antisemitismo” mosse contro di lui dallo stesso ministro dell'Interno Theresa May.

In un comunicato, l'Iniziativa Islamica britannica (IIB), richiama “la schiacciante sconfitta delle lobby sioniste” e  “dei loro ripetuti sforzi nell attaccare leader palestinesi e coloro che svolgono attività di sensibilizzazione a favore della Palestina”.

La sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Suprema, opponendosi al ricorso sulla decisione di espulsione, conferma sostanzialmente come le motivazioni sostenute dal ministro dell'Interno che sottendono alla detenzione di Sheikh Raed, rappresentino decisioni politiche in evidente contrasto alle leggi sancite dalla Convenzione europea e britannica sui Diritti Umani”.

Commentando il rilascio di Salah, il rappresentante dell IIB, Mohammed Sawaliah, sostiene come “la sentenza rappresenti una delle tante prevaricazioni nei confronti della causa palestinese favorite dall intervento delle lobby sioniste presenti in Inghilterra.

“E' senza dubbio una vittoria e la battaglia continuerà fintantoché la Corte britannica si pronuncerà nel periodo di settembre a favore dell appello presentato da Salah contro la decisione di estradizione.

Traduzione per InfoPal a cura di Giovanni Ridolfi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.