Striscia di Gaza, la ICRC lancia un appello per la protezione dei contadini minacciati dall'estensione della 'zona cuscinetto'.

Gaza – Maan. Il Comitato popolare contro la creazione della zona cuscinetto a Gaza sabato scorso, 6 agosto, ha incontrato il Comitato della Croce Rossa Internazionale (Icrc).

Al centro dell'incontro, la protezione dei contadini di Gaza che non riescono a raggiungere le proprie campagne a causa della presenza militare israeliana sulla 'zona cuscinetto', al confine con Israele.

Le due parti hanno condiviso  la necessità di intervenire per garantire la principale fonte di sussistenza per i palestinesi della Striscia di Gaza, l'agricoltura, e hanno esaminato insieme i dati sull'abbattimento della produzione. L'estensione della zona cuscinetto è una minaccia per l'economia e per la vita umana.

La Icrc ha confermato la propria disponibilità a proteggere questa categoria di lavoratori palestinesi e l'impegno a mediare con le autorità israeliane, soprattutto in seguito all'assassinio del civile Ahmad Salem.

Intanto, il Comitato palestinese ha sottoposto una lista aggiornata dei contadini vulnerabili, mentre il coordinatore generale, Mahmoud az-Zeq, ha rassicurato che le manifestazioni settimanali contro questa zona cuscinetto sono del tutto pacifiche.

L'ulteriore ampliamento della zona cuscinetto in discussione prevede un addentramento in territorio palestinese per 300 metri, di cui il 20% di terra coltivata alla quale i contadini palestinesi non riescono più ad accedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.