Un gruppo di estremisti ebrei invade la moschea di al-Aqsa con la protezione della polizia israeliana

Fonti palestinesi dalla città di Gerusalemme hanno riferito che un gruppo di estremisti ebrei, protetto dalla polizia israeliana, ha invaso oggi – lunedì – la moschea di al-Aqsa entrando dalla porta dei Magrebini, controllata dalle forze di occupazione israeliane dal 1967.

Le fonti hanno aggiunto che il gruppo portava con sé fotografie e cartine ed ha attraversato il piazzale della moschea, in particolare la zona al-Kas (il bicchiere, N. d. T.), tra la moschea di al-Aqsa e la cupola della Roccia.

Questa invasione, quasi giornaliera, fa parte delle operazioni di gruppi ebrei di estrema destra che puntano a costruire un tempio ebraico al posto della moschea.

Nello stesso contesto, la polizia che controlla le porte dell’edificio, nella giornata di ieri, aveva invitato il guardiano della moschea Ali Hamad, della cittadina di Salwan, a presentarsi in centrale, interrompendo il suo lavoro, e lì era stato interrogato e quindi liberato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.