Valico di Rafah sigillato: l’Egitto teme il rapimento di turisti israeliani.

Gaza – Infopal. Un funzionario dell'Ufficio dei Valichi palestinesi, ha dichiarato oggi che le autorità egiziane hanno preso la decisione improvvisa di chiudere il valico di Rafah, oggi e domani, al transito dei palestinesi che vogliono far ritorno nella Striscia di Gaza. 

Il funzionario, che ha voluto mantenere l'anonimato, ha confermato che la decisione è una conseguenza delle voci che circolavano in questi giorni sull'eventualità che turisti israeliani in viaggio nella penisola del Sinai venissero rapiti.

Ha inoltre affermato: “Fino ad ora, la decisione è limitata a questa settimana. Non abbiamo informazioni sulla possibilità che l'Egitto garantirà l'apertura del valico e permetterà il transito seguendo il metodo utilizzato in passato”.

E' responsabilità egiziana aprire il valico, settimanalmente, per permettere il rientro dei malati, e degli altri palestinesi rimasti bloccati in Egitto, nella Striscia di Gaza assediata da Israele.

All'inizio di marzo, le autorità egiziane hanno aperto il valico di Rafah, in via eccezionale per cinque giorni consecutivi, per consentire a malati e altre persone di transitare in entrambe le direzioni.

Il valico di Rafah è l'unico sbocco verso il mondo di tutta Gaza, ma è stato chiuso da quando Hamas, che nel gennaio del 2006 ha vinto regolari e democratiche elezioni, ha assunto il controllo della Striscia. Il valico viene aperto solo per scopi umanitari e in casi eccezionali, e a intervalli periodici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.