Aziz Dweik: unificare il Clp per dare legittimità al governo.

Gaza – Pic. Aziz Dweik, presidente del Consiglio legislativo palestinese (Clp), ha esortato ieri a trovare i modi e i mezzi necessari per riprendere e unificare le sedute parlamentari a Gaza e in Cisgiordania.

Le parole sono state pronunciate durante il discorso d'apertura tenuto da Dweik per telefono in occasione di un simposio organizzato a Gaza dal centro di studi politici e sullo sviluppo, intitolato: “Le dimensioni politica, legale e nazionale della privazione dei poteri del Clp in Cisgiordania”.

Dweik ha insistito sull'importanza del ruolo del Clp nel varare le leggi e i regolamenti, allo scopo di servire l'interesse pubblico e monitorare il rendimento dei vari governi, e ha ricordato che i deputati palestinesi della Cisgiordania si stanno profondendo in duri sforzi per rivitalizzare il lavoro del Consiglio.

Il presidente ha anche rilevato come non sia ammissilbile che qualsiasi governo palestinese eserciti i propri poteri prima di aver ottenuto la fiducia del Clp.

Da parte sua, il parlamentare di Hamas Ismail al-Ashqar, partecipando anche lui al simposio, ha sostenuto che l'insistenza dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) controllata da Fatah a voler disconoscere il lavoro del Clp e tenere chiuso il palazzo del parlamento è dovuta alla sua partnership con le operazioni della sicurezza israeliana.

Al-Ashqar ha quindi chiesto all'Anp di non farsi più complice d'Israele nel minare il ruolo del Clp in Cisgiordania, e ha aggiunto che non vi è alcuna differenza tra sequestrare un deputato e impedirgli di entrare in parlamento.

Il deputato ha infine sottolineato come, a suo parere, Fatah abbia collaborato con tutti i traditori ai danni degli interessi dei palestinesi, utilizzato i fondi politici per comprare le coscienze e conferito legittimità a persone senza prinicipi né nazionali né morali.


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.