Bombardamento aereo israeliano contro una postazione di frontiera: 5 morti palestinesi.

All’alba di oggi, l’aviazione militare israeliana ha bombardato con tre missili una postazione di frontiera a est del quartiere Az-Zaitun, nella città di Gaza.

Fonti mediche palestinesi hanno annunciato la morte di 5 palestinesi, membri delle Brigate Al-Qassam, e il ferimento di altri. I cadaveri, arrivati in ospedale a pezzi e totalmente carbonizzati, sono di Mohammad Saleh Juha, Ahmad Saleh Siyam e Ahmad Rushdi Siyam, tutti del quartiere Az-Zaitun e Hatem Shaaban Az-Zamarin.

I medici e i testimoni oculari hanno riferito che il soccorso dei feriti è difficoltoso. Il bombardamento è stato definito un "massacro".

Da parte sua, le Brigate Al-Qassam hanno minacciato l’occupazione israeliana di "risposta dolorosa".
Commentando quanto è accaduto questa mattina, Abu Obeidah, portavoce delle Brigate, ha dichiarato al corrispondente di Infopal.it: "Daremo al nemico una lezione per i crimini che sta commettendo contro il nostro popolo nella Striscia di Gaza".
E ha sottolineato che "le operazioni israeliane nella Striscia di Gaza significano che Israele ha decretato una guerra aperta contro il popolo palestinese, contro il movimento islamico Hamas e contro le Brigate di Al-Qassam". E ha aggiunto che "faremo pagare loro a caro prezzo questa guerra. Gli abitanti di Ashkelon, Sderot e le colonie vicine alla Striscia di Gaza non rimarranno sicure dai colpi di Al-Qassam".

L’aviazione israeliana hanno effettuato da ieri 6 attacchi aerei separati contro Gaza, tra cui la sede delle Forze Esecutive del ministero degli interni.
Il cielo di Gaza è sorvolato massicciamente e continuamente, a bassa quota, dagli aerei F16 e da ricognitori israeliani, che seminanano il terrore tra i cittadini inermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.