Bombardati i tunnel di Rafah: quattro palestinesi morti e altri tre feriti

Gaza – Infopal. Fonti mediche palestinesi hanno reso noto questa mattina l'uccisione di quattro civili palestinesi in seguito al bombardamento della zona dei tunnel di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.

Le fonti hanno riferito al nostro corrispondente che quattro corpi sono stati prelevati da sotto le macerie di due tunnel, colpiti all'alba da diversi missili israeliani. Tre delle vittime sono fratelli: si tratta di Mansur (30 anni), Nael (25) e Ibrahim al-Batniji (20).

Le fonti hanno inoltre confermato l'arrivo di altri tre feriti all'ospedale di Abu Yusef an-Najjar, nella città di Rafah, le cui condizioni sono medio-gravi. Vi sarebbero ancora altri dispersi sotto le macerie dei due tunnel, e le ricerche proseguono. 

Il lancio dei missili è avvenuto per opera degli aerei da guerra israeliani, che hanno attaccato con diversi missili due gallerie nella zona di ash-Shu‘ub e nel quartiere di as-Salaam a Rafah, causando il crollo delle parti interne e schiacciando così dei palestinesi che stavano utilizzando i tunnel per contrabbandare cibo e altri prodotti nella Striscia di Gaza. Secondo fonti militari israeliane, si sarebbe trattato in realtà di un traffico di armi dall’Egitto, ma la notizia è stata smentita dopo il prelevamento dei corpi.

Lo stesso esercito israeliano ha riferito che, in risposta ai raid, la Resistenza palestinese ha lanciato alcuni razzi contro la città di Ascalan, in Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.