Centinaia di coloni assaltano Betlemme e Nablus per eseguire riti.

Betlemme – Nablus. InfoPal. Centinaia di coloni israeliani, scortati dall'esercito, ieri hanno preso d'assalto Betlemme e Nablus, in Cisgiordania. Il loro obiettivo era quello di eseguire rituali biblici in terra palestinese.

Testimoni oculari a Nablus hanno riferito che oltre 600 coloni, a bordo di diversi autobus, hanno invaso la parte orientale della città, protetti dall'esercito israeliano, e si sono recati alla “Tomba di Giuseppe”.

I testimoni hanno aggiunto che i coloni e le forze israeliane sono stati presi a sassate da giovani palestinesi. Non ci sono stati feriti.

Gli occupanti israeliani stanno cercando di inserire quest'area nell'elenco dei “siti ebraici”, anche se è situata all'interno della città di Nablus, che, in base agli Accordi di Oslo, è sotto l'autorità dell'Anp.

Contemporaneamente, centinaia di coloni hanno fatto irruzione nella “Tomba di Rachele” (La moschea di Bilal Ben Ribah), a nord di Betlemme, per eseguire rituali.
Anche qui, sono stati scortati dalle truppe israeliane.

Il governo di Tel Aviv aveva già annunciato l'annessione della moschea di Bilal (chiamata dai sionisti “Tomba di Rachele”) nell'elenco delle aree del “patrimonio ebraico”. Decisione che i palestinesi denunciano come “furto della storia e della geografia palestinese per perpetuare l'occupazione israeliana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.