Comitato ebraico: ‘Non permettere la sepoltura di palestinesi nei pressi di al-Aqsa’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Un comitato ebraico in Israele ha chiesto di vietare la tumulazione dei defunti palestinesi in prossimità della moschea di al-Aqsa, sostenendo che “i palestinesi pianificano di costruirvi un cimitero islamico”.

Il “comitato per impedire la distruzione dei reperti” ha invitato il governo e la polizia israeliana a fare in modo che ciò che definisce “la distruzione dei reperti nel Monte del Tempio”, non avvenga, e di osteggiare il presunto piano palestinese.

Secondo la radio israeliana, l'invito del comitato è stato diffuso subito dopo la sepoltura di un defunto palestinese, avvenuta ieri in un terreno a sud-est delle vecchie mura di al-Quds (Gerusalemme).

La radio ha riportato anche le dichiarazioni di Eilat Mazar, membro del comitato, la quale sostiene: “La sepoltura infrange la legge perché avverrebbe in un parco nazionale. (…) Costruire un cimitero islamico in luogo di grande importanza archeologica e nazionale avrà delle conseguenze dannose”.

Per ora, la polizia israeliana ha risposto alle richieste del comitato come segue: “I dati da voi presentati mostrano che la sepoltura è avvenuta al di fuori della zona del parco nazionale”.

Queste dispute avvegono mentre restano silenti in Israele le proteste palestinesi per l'oltraggio allo storico cimitero di Ma'minallah, sito archeologico islamico, dove già numerose tombe sono state trasferite da Israele, per lasciare spazio a un “Museo della Tolleranza”.

Risale a pochi giorni fa la condanna sottoscritta da 84 storici e archeologi internazionali per i piani israeliani ai danni del cimitero islamico di Ma'minallah.

Articoli correlati:

Comune di Gerusalemme approva 'Museo della Tolleranza' sullo storico cimitero islamico Ma'minallah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.