Esposto un modello del tempio ebraico di fronte alla moschea di al-Aqsa.

Gerusalemme – Infopal. Gruppi ebraici, con la partecipazione di rabbini, di allievi delle sinagoghe e dell’organizzazione Eish Hitorah, hanno esposto ieri un grande modello del leggendario tempio ebraico sul retro dell’area dove s’intende costruire la nuova sinagoga e il centro ebraico dal nome “Centro mondiale del fuoco della Torah”.

L’associazione al-Aqsa, in un comunicato stampa di cui il corrispondente di Infopal.it ha ricevuto una copia, ha riferito che il modello dista pochi metri dalla moschea di al-Aqsa e dal Muro di Buraq (noto anche come Muro del Pianto), rispetto ai quali si trova a ovest, rivolto esattamente in direzione della prima.

Secondo Eish Hitorah, il simulacro verrà utilizzato come centro di attrazione per i visitatori, ricollegandosi al tempio che si presume fosse eretto in passato nell’area di al-Aqsa. L’idea rappresenta un’ulteriore mossa dei gruppi ebraici volta a spingere verso la costruzione del cosiddetto “terzo tempio”, al posto della moschea attualmente eretta nella zona.

Negli ultimi tempi, le attività israeliane a favore di quest’obiettivo si sono intensificate sotto diverse forme. L’associazione al-Aqsa ha rivelato qualche mese fa i tentativi fatti da alcuni ebrei per piazzare il candelabro del tempio di fronte al luogo di culto musulmano, non lontano dal punto dove ieri è stato esposto il modello.

Secondo l’associazione, “tutte queste pratiche indicano la crescita degli attacchi contro la moschea, e un consenso ebraico per la costruzione del tempio leggendario”. Per rispondere a quest’offensiva ideologica, al-Aqsa ha invitato tutti a frequentare costantemente la moschea, allo scopo di salvare sia questa che la città di Gerusalemme.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.