Gerusalemme: un palestinese investe e ferisce 19 israeliani.

Gerusalemme – Infopal. Ieri notte, a Gerusalemme, un palestinese ha investito un gruppo di israeliani, ferendone 19. Dieci sono gravi.

L’autista è stato ucciso dalla polizia israeliana.

Il canale 10 della televisione israeliana ha parlato di un palestinese a bordo di un’auto nera di tipo “BMW” che ha investito un gruppo di israeliani, in maggioranza soldati. Uno di questi gli ha sparato, uccidendolo. Al-Mughrabi ha sterzato l’auto fuori della strada e ha colpito il gruppo di israeliani che si trovavano vicino alla Porta di Jaffa, nella Città Vecchia.

L’attacco è stato rivendicato da un gruppo definentesi "Brigate dei falchi della Galilea – gruppi di Imad Maghneyah", che ha rivelato l’identità dell’attentatore. Si tratta di Qasem al-Mugrabi, 19 anni, residente al monte al-Mukabber (Monte Scopus), a Gerusalemme est. La polizia israeliana ha confermato.

In un comunicato stampa, le brigate hanno rivendicato l’attacco di Gerusalemme, e hanno confermato che l’esecutore era entrato a far parte della loro formazione solo da 6 mesi.

Esse hanno avvertito Israele di "non toccare la casa dell’esecutore o qualsiasi membro della sua famiglia, altrimenti la risposta che assesteremo al cuore dell’entità sionista sarà dolorosa e forte".

Da parte loro, in un comunicato, le brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico, hanno affermato che "l’operazione è la risposta naturale ai continui crimini dell’occupazione contro il popolo palestinese in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza", e ha invitato le fazioni della resistenza "a unire le reazioni contro tutte le violazioni israeliane".

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.