La Commissione legale del CLP: prolungare il mandato presidenziale di Abbas significa trasformarlo in un dittatore.

Gaza – Infopal. Faraj al-Ghul, membro della commissione legale del Consiglio Legislativo Palestinese, ha dichiarato oggi che soltanto la Legge base palestinese può affrontare la questione del prolungamento del mandato presidenziale.

E ha aggiunto che, in base all’articolo 26, tale mandato si esaurisce in quattro anni e non con la fine della legislatura del CLP.

Al-Ghul ha dichiarato inoltre che "qualsiasi prolungamento del mandato del presidente rappresenta un massacro della Legge base".

E ha aggiunto che l’articolo 116 della Legge modificata il 2 settembre 2007 è nullo, perché "la Legge base è la fonte principale per tutte le leggi e annulla quella, modificata, per le elezioni", e sottolineato che protrarre il mandato del presidente è "illegale e anticostituzionale".

Ha fatto notare, inoltre, che qualsiasi rinnovo rappresenta "una sfida e un’ingiustizia nei confronti del popolo palestinese. Il presidente diventerebbe un piccolo dittatore che vuole imporre le proprie decisioni".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.