Fronte cristiano-islamico per la difesa di Gerusalemme condanna dichiarazione di Barak Obama.

Gerusalemme. Il Giudice supremo di Palestina, Shaikh Taysir at-Tamimi e l’Archimandrita ortodosso di Gerusalemme Atallah Hanna, hanno sollecitato i palestinesi a rimanere uniti e hanno espresso condanna per le dichiarazioni del candidato democratico alla presidenza Usa, Barak Obama, che qualche giorno fa ha definito Gerusalemme "capitale indivisa di Israele".

Martedì 10 giugno, durante una conferenza stampa al Media Center del ministero dell’informazione palestinese a Ramallah, i due alti rappresentanti dell’islam e della cristianità in Palestina hanno ribadito che Gerusalemme è e rimane "la capitale del popolo palestinese".

La conferenza stampa è stata organizzata dal Fronte Cristiano-Islamico per la Difesa di Gerusalemme, di cui i due leader sono rappresentanti.

Durante l’incontro con i giornalisti, i due leader religiosi hanno presentato un rapporto sullo stato dei luoghi sacri gerosolamitani.

La relazione sostiene che Israele, con il sostegno degli Stati Uniti, sta stringendo la morsa sulle terre palestinesi, e portando avanti la costruzione e gli scavi nell’area della Moschea di al-Aqsa, con un gettito finanziario pari a 17,5 miliardi di shekels (1 sh = 0,2 dollari). 

Atallah e Tamini hanno detto di apprezzare la proposta algerina che chiede alla Lega Araba e all’Organizzazione della Conferenza islamica di trasferire a Gerusalemme il loro quartier generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.