I manifestanti organizzano sit-in sulle alture del Golan

Golan Heights – Press.tv. Migliaia di manifestanti siriani e palestinesi stanno organizzando dei sit-in, di durata non stabilita, nelle alture del Golan occupate, dopo che le forze israeliane hanno ucciso decine di persone lungo i confini della Siria

Secondo la tv siriana, domenica, le forze israeliane hanno aperto il fuoco sui manifestanti siriani pro-Palestina che si stavano avvicinando ai Territori Occupati, uccidendo almeno 23 persone, tra cui un bambino e una donna, e ferendone altre 350.

La follia omicida è scaturita dopo che centinai di manifestanti accorsi ai confini del Golan hanno celebrato i 44 anni della Naksa, giorno in cui si ricorda l'occupazione israeliana di Gerusalemme Est,  Cisgiordania e Striscia di Gaza nella Guerra dei Sei Giorni del 1967.

Contemporaneamente, le tv annunciavano che centinaia di persone si stavano dirigendo nella zona di frontiera di Quneitra per partecipare ai sit-in organizzati nelle alture siriane del Golan.

Le truppe israeliane sono state rinforzate nei pressi della Siria, del Libano ed anche a Gerusalemme. Migliaia di soldati e di forze di sicurezza erano in allerta per la celebrazione della Naksa e pronte ad intervenire in caso di disordini.

L'accaduto si è verificato esattamente tre settimane dopo che decine di migliaia di profughi palestinesi in Libano e Siria avevano celebrato, il 15 maggio, il giorno della Nakba, la Catastrofe.

IL 15 maggio le forze israeliane avevano aperto il fuoco sui palestinesi che marciavano lungo le aree di confine del Libano, Siria e Cisgiordania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.