Archivio del mese: maggio 2008

Refusenik israeliano in prigione.

Riceviamo da Luisa Morgantini e pubblichiamo. Care amiche e cari amici,   Matan, israeliano, 28 anni, di Gerusalemme è stato condannato lo scorso martedì 13/5/08 a 21 giorni di prigione per essersi rifiutato di prestare servizio nell’esercito nell’area di Ramallah (Territorio Occupato). Matan vive a Gerusalemme ovest, e studia arte alla Bezalel academy. Matan lavora inoltre al “Museum On The … Continua a leggere

L’esercito di occupazione toglie i blocchi imposti in Cisgiordania per il 60° anniversario di Israele.

Tel Aviv – Infopal L’esercito di occupazione israeliano ha tolto il blocco di sicurezza imposto dal 6 maggio alla Cisgiordania in base all’ordine emesso dal ministro della difesa israeliano Ehud Barak. Ieri mattina, domenica, un portavoce dell’esercito ha dichiarato che la chiusura e il dispiegamento delle forze di polizia erano stati imposti in occasione dei festeggiamenti del 60° anniversario della nascita … Continua a leggere

Neturei Karta, contro -celebrazione del 60° anniversario di Israele.

Neturei Karta, contro -celebrazione del 60° anniversario di Israele.

Riceviamo da Neturei Karta e pubblichiamo.    Il 2008 segna il 60° anniversario della creazione dello Stato sionista auto-nominatosi "Israele" e che dice di rappresentare la religione ebraica. Ogni anni, ebrei ortodossi anti-sionisti si riuniscono per protestare contro la creazione dello Stato sionista, la cui esistenza è completamente contraria all’insegnamento della Torah e dei principi della fede giudaica. Fedeli ebrei indossano … Continua a leggere

Barak prevede elezioni anticipate in Israele.

Tel Aviv – Infopal In una dichiarazione riportata oggi dal quotidiano israeliano Maariv, il ministro della difesa Ehud Barak prevede elezioni anticipate in Israele entro gli inizi del 2009. Parlando davanti ad attivisti del suo partito, il Partito Laburista, uno dei poli del governo presieduto da Ehud Olmert, ha dichiarato: "Credo che ci saranno elezioni politiche anticipate entro l’anno, al massimo all’inizio 2009. … Continua a leggere

Olmert: ‘Entro breve prenderemo una decisione sulla Striscia di Gaza’.

Olmert: ‘Entro breve prenderemo una decisione sulla Striscia di Gaza’.

Tel Aviv – Infopal Ehud Olmert, primo ministro israeliano, ieri ha dichiarato: "Entro breve tempo prenderemo una decisione che riguarda la Striscia di Gaza". Aprendo la seduta domenicale del suo governo, Olmert ha sottolineato di essere "molto vicino alla sistemazione della questione di Gaza. L’attuale situazione non può perdurare, noi sogniamo il giorno in cui gli abitanti della zona sud … Continua a leggere

Assedio alla Striscia di Gaza, sono 157 i malati deceduti.

Assedio alla Striscia di Gaza, sono 157 i malati deceduti.

  Gaza – Infopal Ieri, fonti mediche palestinesi hanno dichiarato il decesso della cittadina Nawal Abu Hilal (50 anni), della provincia di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, malata di cancro. Le forze di occupazione israeliane hanno impedito alla signora Hilal di lasciare la Striscia di Gaza per curarsi all’estero. Così, con la sua morte, il numero dei malati … Continua a leggere

Intervista a Hasan Khrayshe, vice-presidente del CLP.

Intervista a Hasan Khrayshe, vice-presidente del CLP.

Bruxelles – 14 maggio "Dobbiamo aiutare la nostra gente a tornare in Palestina. Dobbiamo ottenere il riconoscimento dei nostri diritti, compreso quello di avere Gerusalemme come capitale del nostro Stato". Con queste dichiarazioni Hasan Khrayshe, vice-presidente del Consiglio legislativo palestinese, ha aperto i lavori della III Conferenza internazionale dei Parlamentari per la Palestina, dal titolo "60 anni di Nakba, 60 … Continua a leggere

La fortezza di Israele, il lutto della Palestina.

il manifesto del 16 Maggio 2008 La fortezza di Israele, il lutto della Palestina «L’America è al vostro fianco, Masada non cadrà»: Bush celebra Israelenel luogo-mito dell’ebraismo e attacca l’Islam radicale. Dai paesipalestinesi 21.915 palloncini neri, uno per ogni giorno della NakbaMi.Gio. George Bush ha scelto prima Masada e poi la Knesset, per ribadire illegame fortissimo esistente tra gli Stati … Continua a leggere

A Ein Hilwe una Nakba senza fine

il manifesto del 16 Maggio 2008 A Ein Hilwe una Nakba senza fine La «Catastrofe» del ’48 rivissuta in un campo profughi del Libano,paese dove i palestinesi hanno pagato di più, stretti fra la guerra diIsraele e il rifiuto violento dei libanesi Michele GiorgioInviato a Ein Hilwe Non è un giorno come gli altri ad Ein Hilwe. E’ il 60esimoanniversario … Continua a leggere