Archivio tag : giustizia israeliana

Nessun risarcimento per il medico palestinese le cui 3 figlie furono uccise da un’offensiva israeliana

Nessun risarcimento per il medico palestinese le cui 3 figlie furono uccise da un’offensiva israeliana

Imemc. Un tribunale israeliano a Beersheva ha sentenziato che il medico palestinese, le cui figlie furono uccise da un bombardamento israeliano, non riceverà alcun risarcimento. Fece scalpore il caso il dottor Ezzeddin Abu al-Aish che, mentre stava facendo una diretta in una TV israeliana, ricevette la notizia dell’uccisione delle figlie e di una nipote a seguito di un attacco aereo israeliano, il 19 gennaio 2009, durante … Continua a leggere

L’Alta Corte israeliana consente ed estende l’utilizzo della tortura

L’Alta Corte israeliana consente ed estende l’utilizzo della tortura

IMEMC. Con una sentenza che viola direttamente il diritto internazionale e le convenzioni contro la tortura, l’Alta Corte di Israele ha disposto, lunedì scorso, che gli ufficiali dei servizi segreti israeliani erano giustificati quando hanno utilizzato la tortura contro un detenuto palestinese. Questa sentenza costituisce un precedente per l’utilizzo futuro della tortura e per l’estensione di queste tecniche usate contro … Continua a leggere

Corte israeliana approva lo sfratto di 100 famiglie palestinesi di Silwan

Corte israeliana approva lo sfratto di 100 famiglie palestinesi di Silwan

Gerusalemme-Ma’an. La Corte Suprema israeliana ha approvato, giovedì, la decisione di sfrattare decine di famiglie palestinesi dalle loro case nel quartiere palestinese di Silwan, nella zona occupata di Gerusalemme est, dopo aver respinto una petizione da parte degli interessati. La Corte israeliana ha anche permesso al gruppo di coloni israeliani Ateret Cohanim, di proseguire i piani per l’espulsione di 700 … Continua a leggere

Tribunale israeliano condanna detenuto malato di cancro

Tribunale israeliano condanna detenuto malato di cancro

Ramallah-PIC. Domenica, il tribunale militare israeliano di Salem ha condannato il detenuto palestinese Ali Hannoun, malato di cancro, a 13 mesi di prigione. La Società per i prigionieri palestinesi ha affermato che ad Hannoun, di 22 anni, ha anche ricevuto una multa di 3 mila shekel. Ha aggiunto che Hannoun, residente di Qalqilya, è stato detenuto a marzo 2018 e … Continua a leggere

Sarà rilasciato il colono israeliano responsabile della pianificazione dell’incendio doloso ai danni della famiglia Dawabsha

Sarà rilasciato il colono israeliano responsabile della pianificazione dell’incendio doloso ai danni della famiglia Dawabsha

Imemc e Wafa. Martedì 10 luglio, il tribunale israeliano ha deciso di rilasciare il colono israeliano responsabile principale della pianificazione dell’incendio doloso ai danni della famiglia Dawabsha, nel villaggio di Douma, vicino a Nablus, che ha provocato tre vittime, tra cui un neonato. Secondo la decisione del tribunale israeliano di Lod, la polizia israeliana deve rilasciare l’imputato e metterlo agli arresti domiciliari. La decisione del tribunale è basata sulla tesi secondo cui l’imputato avrebbe preso parte alla pianificazione del crimine del … Continua a leggere

Coloni danno il “benvenuto da eroe” all’assassino di Hebron di ritorno sulla scena del crimine

Coloni danno il “benvenuto da eroe” all’assassino di Hebron di ritorno sulla scena del crimine

Hebron-MEMO. Martedì, soldati e coloni israeliani hanno applaudito al soldato Elor Azaria mentre rivisitava il luogo in cui sparò ad un palestinese che giaceva a terra, ormai immobile, a Hebron due anni fa, uccidendolo. Il politico e colono estremista Baruch Marzel è stato tra coloro che hanno accolto Azaria nella strada di Tel Rumeida, il luogo in cui il soldato uccise … Continua a leggere

Israele rifiuta richiesta di libertà condizionale di Ahed Tamimi

Israele rifiuta richiesta di libertà condizionale di Ahed Tamimi

Ramallah-MEMO. La commissione per la libertà vigilata nella prigione di Rimonim ha respinto una richiesta presentata dall’avvocato dell’adolescente palestinese Ahed Tamimi per ridurre la sua condanna e garantirle il rilascio anticipato. Il Canale 10 israeliano ha riferito che Tamimi, condannata a marzo a otto mesi di prigione, ha presentato una richiesta di rilascio prima di scontare l’ultimo terzo della sentenza, ma … Continua a leggere

La famiglia Dawabsheh sopravvive ad un secondo attacco incendiario dei coloni

La famiglia Dawabsheh sopravvive ad un secondo attacco incendiario dei coloni

Nablus-MEMO. Secondo quanto affermato da un testimone oculare, alcuni coloni ebrei hanno dato fuoco ad una casa appartenente alla famiglia Dawabsheh, nel villaggio di Duma, vicino alla città di Nablus, nella Cisgiordania occupata, nella mattinata di venerdì. “Un gruppo di coloni ha attaccato la mia casa all’alba di oggi, rompendo una finestra e lanciando una bomba Molotov dentro prima di … Continua a leggere

In-giustizia israeliana: patteggiamento per soldati che assassinarono giovane palestinese

In-giustizia israeliana: patteggiamento per soldati che assassinarono giovane palestinese

PIC. Il pubblico ministero israeliano sta negoziando un patteggiamento per il caso di due soldati israeliani accusati di omicidio colposo nell’assassinio dell’adolescente palestinese nel 2013. Secondo il quotidiano israeliano Haaretz, i soldati stavano prestando servizio nell’esercito, quando spararono al sedicenne Samir Awad, uccidendolo. Gli avvocati dei due uomini hanno affermato che condannare i soldati sarebbe un’applicazione selettiva della legge, dato che … Continua a leggere

24° anniversario del massacro alla Moschea Ibrahimi di Hebron

24° anniversario del massacro alla Moschea Ibrahimi di Hebron

Hebron-WAFA. Domenica 25 febbraio i Palestinesi hanno ricordato il 24° anniversario del massacro alla Moschea Ibrahimi di Hebron, quando un colono israeliano aprì il fuoco contro i musulmani in preghiera, dell’alba di un giorno di Ramadan, trucidando 29 fedeli e ferendone altri 150, prima che fosse catturato ed ucciso dalla folla. Il colono, un medico statunitense-israeliano identificato come Baruch Goldstein … Continua a leggere